#FEFF23 – Dear Tenant (親愛的房客) di Cheng Yu-chieh

di  pubblicato il 8 Luglio 2021
Micro recensioni
Up and coming
Up and coming

Drammone strappalacrime interpretato da gay avanti con gli anni, un’anziana malata e un bambino timido e gentile: salvare l’opera, anche solo sulla carta, sembrerebbe impossibile, vero? Invece, pur divertendomi della comicità involontaria di un protagonista musicista sensibile (il parrucchiere sensibile e lo stilista sensibile erano già prenotati) e degli eccessi rovinosi posti in essere pur di spremere gli occhi degli spettatori con la cipolla, devo ammettere che, se fosse stato recitato da divi di Hollywood, avremmo l’oscar 2021 bello che pronto: omosessualità, eutanasia, suicidio e adozioni gender. Mancano solo i campi di concentramento, i gattini di Facebook e i vegani per fare l’en plein di statuette.

Vedo già i telegiornali USA di un mondo parallelo spolverare dal repertorio: “Capolavoro! Interpretazione memorabile del piccolo Matthew McConaughey e di Christian Bale, padre sensibile che ama davvero tantissimo le persone dello stesso sesso!”.

Insomma un 3 stelline su 5, solo perché non c’è Silvester Stallone, a tutti gli effetti sosia americano della madre diabetica

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
100%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes