DON’T BREATHE di FEDE ALVAREZ

Carlo Gambillo
di  pubblicato il 11 Novembre 2020
Micro recensioni

Nell’attimo in cui scrivo, la nazione aspetta dalla radio l’annuncio di un nuovo lockdown. Come un flashback: seduti sul divano ad ascoltare Radio Londra nel 42, toni pastello. Tutto ha un sapore vintage. E con la prospettiva di restare ancora murati a casa, non ci resta che immergerci in un bel home invasion movie. Tre ragazzi, che vivacchiano di espedienti con furtarelli nelle case, tentano il colpo grosso in casa di un veterano del Vietnam che nasconde una grossa somma. Il vecchio è pure cieco, cosa potrà mai andar storto? Ovviamente andrà tutto malissimo ed il film, a parte qualche problema di plausibilità (non ai livelli involontariamente ultracomici del Rutger Hauer di Blind Fury, rido ancora dopo 30 anni), è un gioiellino tagliente farcito di violenza e tensione, in cui abbondano fluidi corporei di ogni tipo (vedere per credere) ed il confine tra vittime e carnefici si sposta in continuazione. Quasi ai livelli del Saulnier di Green Room

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes