Wisdom Tooth di Ming Liang

Angelo Vianello
di  pubblicato il 14 Ottobre 2020
Micro recensioni

In una Cina povera, dove la pesca è l’unica risorsa, una fuoriuscita di olio rende invendibile il pesce.

In primo piano la storia di un fratello e una sorella, legatissimi e soli al mondo, tra cui si interpone una ragazza Qinchang, elegante e ricca, che fa subito amicizia con entrambi.
La sensazione di ingenuità e prevedibilità della prima metà del film si scosta lateralmente col crescere dell’ambiguità del personaggio di Guxi, la sorella, nella quale la gelosia per l’affetto del fratello con la nuova amica, fa scaturire un comportamento devastante.
Bella la direzione del debuttante Ming Liang, che non molla mai i suoi protagonisti con una regia molto serrata, facendo uso di frequenti e repentini movimenti di camera.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes