THE DEEP di BALTASAR KORMÁKUR

Carlo Gambillo
di  pubblicato il 8 Ottobre 2020
Micro recensioni

Un film girato alle Vestmannaeyjar? Uno dei pochi posti al mondo che potrebbe anche riuscire a convincermi dell’esistenza di un’entità superiore (ho detto quasi) e che chissà quando mai potrò rivedere per colpa di sto cazzo di Covid20? Come potrei essere obiettivo? Avrei messo una recensione positiva anche se il protagonista fosse il boccoloso Scamarcio. Detto questo, il film è pure buono, affidato ad un discreto mestierante come Kormákur (101 Reykjavik, Everest) e racconta la storia vera di un pescatore sopravvissuto ad un naufragio dopo aver nuotato per cinque ore tra i flutti islandesi. Le scene migliori sono proprio quelle marine, con momenti di magia surreale quando il protagonista alla deriva comincia a parlare con un gabbiano. Cosa che recentemente ho cominciato a fare anch’io, anche se con toni decisamente meno concilianti. E come avrà fatto a non morire di ipotermia, vi chiederete. Senza spoilerare troppo, Giuliano Ferrara avrebbe resistito un paio di giorni…

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes