For Ellen di So Yong Kim

Angelo Vianello
di  pubblicato il 27 Agosto 2020
Micro recensioni

Paul Dano è un attore bravissimo che riesce a fare benissimo qualunque ruolo, anche, come in questo caso, quello della rockstar caduta in disgrazie.

Il problema è che oltre a lui, qui c’è davvero poco.

Un tema super abusato come quello dell’affidamento dei figli, un padre che scopre fuori tempo massimo di quanto meraviglioso sarebbe stato essere un amorevole genitore, periferie americane con disagi annessi.

Una lentezza esagerata crea più un senso di noia che una tensione emotiva.

Molto triste, molto indie, molto già visto almeno una ventina di volte.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes