So-gong-nyeo di Jeon Go-Woon

Angelo Vianello
di Angelo Vianello pubblicato il 30 Luglio 2020
Micro recensioni

Miso, le cui uniche passioni sono bere whisky e fumare, preferisce rinunciare ad avere un appartamento pur di non doverci rinunciare.Inizia per questo motivo un vagabondaggio come oapite nelle case dei componenti del suo ex gruppo musicale.

Delicato ritratto di un personaggio molto originale, una ragazza che si limita a pochi piaceri, ma molto importanti all’interno della sua routine, con un fidanzato che accetta di vedere saltuariamente pur di non perdere la libertà di seguire le proprie abitudini.

La regista sceglie un approccio molto lento e didascalico per il racconto, raccogliendo piccole emozioni che via via con l’avanzare della narrazione si addizionano per comporre un film che ha un impatto intenso, anche se uno svolgimento lieve.

Bella la carrellata di varie umanità rappresentata dai componenti del ex gruppo di Miso.

Lei assolutamente adorabile.

 

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes