DOGS DON’T WEAR PANTS di JUKKA-PEKKA VALKEAPÄÄ

Carlo Gambillo
di  pubblicato il 28 Luglio 2020
Micro recensioni

Bello rivedere su MUBI Dogs Don’t Wear Pants di Jukka-Pekka Valkeapää dopo i quindici minuti di ovazione all’ultimo Cannes pre-Covid. Difficile pensare ad una maniera più originale e brillante di esplorare un’elaborazione del lutto. Juha è un cardiochirurgo che stenta a superare il dramma della perdita della moglie. L’incontro del tutto casuale con una dominatrice sconvolgerà completamente la sua vita e gli aprirà delle prospettive insospettate. Una dark comedy diretta in maniera magistrale che riesce a giocare agilmente su più registri, passando da siparietti quasi slapstick a situazioni surreali fino a momenti veramente toccanti. Non credo che il mondo BDSM sia mai stato descritto in maniera così empatica, con un lavoro di ricognizione sulle motivazioni individuali ed evitando il titillamento cheap dello spettatore. La scena finale è un trionfo catartico che ha emozionato realmente tutto il pubblico. Chapeau! Anzi, guinzaglio…

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes