Hostel di Eli Roth

Barnaba Lupo
di  pubblicato il 24 Maggio 2020
Micro recensioni

Domanda: quando si parla di horror? Quando ci sono cose soprannaturali o anche quando ci sono umani impazziti e quindi diventa quello che gli americani chiamano slasher (da tradurre in “film-carneficina”)?

Al di là delle rappresentazioni arrapate dei bordelli dell’Est Europa, che poteva essere una validissima idea di partenza, la storia si perde poi in violenza che diventa sempre meno credibile fino a sfociare nel comico all’ennesimo spruzzo di sangue.

Peccato perché, scavando un attimo, si trova la metafora dell’eterno problema dei ricchi che pensano di avere il potere di decidere della vita e della morte dei poveri, sepolta purtroppo da scene similporno e parti del corpo mutilate a caso.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes