La ragazza d’autunno di Katemir Balagov

Angelo Vianello
di  pubblicato il 8 Marzo 2020
Micro recensioni

Storia di due donne a Leningrado subito dopo la fine della guerra, in un clima di povertà e devastazione tangibili. Nonostante siano delle vittime, hanno la forza della disperazione che permette loro di andare avanti.
Balagov fa sua la lezione di Souvorov e Balabanov: immagini splendide e storie durissime, che però conservano un’aura di romanticismo che non sparisce mai del tutto.

Analisi perfetta di come una società venga completamente smembrata dalla guerra e non si sappia più riconoscere quando questa sia finita.

La cupezza pervade tutto il film e il regista si disinteressa di evincere la visione, usa la lentezza per esplorare, col rischio anche di annoiare lo spettatore.
Fotografia da togliere il fiato.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes