#IFFR2020 Eden di Agnes Kocsis

Angelo Vianello
di  pubblicato il 24 Febbraio 2020
Micro recensioni

Eva non esce mai di casa, e quando lo fa usa una tuta da astronauta. Che detto così fa anche ridere, invece la situazione è tutt’altro che divertente.

Eva è iperallergica, non riesce a stare in contatto con praticamente nulla (splendida la sua casa asettica, priva praticamente di ogni cosa), anche se  non è chiaro quanto sia importante il fattore psicologico, per questo le viene affiancato uno psichiatra.

Una Ungheria molto contemporanea, la lunghezza del film (due ore e quaranta) è necessaria per dare il senso delle ristrettezze nella vita della protagonista (attrice sublime).

Come per altri film di questo festival, una giovane regista donna riesce a fare le cose più originali e coraggiose.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes