La sposa in nero di François Truffaut

Barnaba Lupo
di  pubblicato il 21 Febbraio 2020
Micro recensioni

Penso che Tarantino sia un gran bugiardo quando dice di non aver mai visto questo film prima di scrivere Kill Bill 1 e Kill Bill 2, nonostante l’idea non sia originale di Truffaut ma basata su un racconto di Woolrich, non quello dei vestiti ma l’autore, anche, del racconto da cui fu tratta La finestra sul cortile.

Il film poteva essere truculento e splatter, invece ogni omicidio viene paradossalmente eseguito in punta di piedi, come Jeanne Moreau quando cammina per la strada.

Vederlo oggi sembra un po’ lento ma non perché sia datato: sono i film di oggi che ci hanno abituato a troppa rapidità e sangue, senza lasciare più nulla all’immaginazione.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes