#IFFR2020 A Dark, Dark Man di Adilkhan Yerzhanov

Angelo Vianello
di  pubblicato il 1 Febbraio 2020
Micro recensioni

Segnalato da Tanaka mi sono subito precipitato a vederlo.
Crime perfetto ambientato nella periferia più remota del Kazakistan dove il grado di violenza e di corruzione fa sembrare la Chicago anni Venti un ballo di debuttanti.
Un poliziotto violento e corrotto con strascichi di bontà, una giornalista armata di ambizione e poco senso di come vanno le cose, un ritardato mentale a chi imputare ogni colpa su omicidi che lascerebbero indignata ogni società e che invece paiono non scuotere nessuno. L’idea è che nel paese non ci sia alcun grado di giustizia, dove neppure la legge del più forte funziona, ma soltanto il caso.
Paesaggi sconfinati, sarcasmo e la mancanza di speranza più assoluta fanno la cornice di questo film davvero riuscito.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes