…e tutti risero di Peter Bogdanovich

Barnaba Lupo
di  pubblicato il 21 Novembre 2019
Micro recensioni

Se Tarantino è abile a citare, è comunque un dilettante rispetto a Bogdanovich, che non si fa scrupoli a rubare a mani basse dall’intera storia del cinema americano che così feticisticamente idolatra.

[(Noir anni ’40 + Screwball Comedy anni ’30) * anni ’80]/Audrey Hepburn è l’equazione di questo film, che però evapora in un nulla di fatto, insensatamente malinconico e sciocco, tipico di chi troppo vuole e, ovviamente nulla stringe.

Una delusione, soprattutto perché è l’ultimo film in cui Audrey Hepburn risulta protagonista, anche se, su quasi due ore, compare solo negli ultimi quaranta minuti e illumina lo schermo, ma per troppo poco.

Cosa pensi della recensione?!
Stupendo
0%
Fico
0%
Può andare
0%
Cosa!?
0%
Mi butta giù
0%
Che schifo
0%
Short is better, sometimes